Contro lo smog scelte politiche anche impopolari

ecopass_logoPubblico un breve fondo di Sergio Harari dal Corriere della Sera – sezione Milano – del 2 agosto. Lo condivido.

Non solo Ecopass
Contro lo smog scelte politiche anche impopolari

Infuria in città in questi giorni la polemica sull’Ecopass, l’importante è che non si perda di vista il vero problema: l’assenza di una seria politica ambientale per Milano e per la Lombardia. L’Ecopass poteva essere un timido primo passo iniziale ma è mancato tutto il resto. Al sindaco Moratti va riconosciuto il merito di averci provato tra i veti incrociati e le troppe annacquature. I partiti temono l’argomento come la peste, troppo rischioso, impopolare; il prezzo politico ed elettorale di alcuni provvedimenti potrebbe essere per loro troppo alto. L’Italia non ha un Daniel Cohn Benedict e il vuoto ecologista è lasciato a sé nell’ assenza di grandi slanci ideali. Eppure i cittadini sono molto sensibili ai danni dell’inquinamento, alle ripercussioni negative sui propri figli e sugli anziani, alla quotidiana azione corrosiva sui nostri polmoni, ma alla fine prevale la filosofia del lasciare correre. La preoccupazione di mamme e nonni non viene percepita come un problema reale, neanche in termini elettorali, figurarsi in termini di salute. Le cose si aggiustano in qualche modo e se non si accomodano la gente prima o poi si stanca di parlarne, meglio «traccheggiare» che rischiare una coraggiosa ma pericolosa impopolarità. L’idea che il primo riferimento per chi fa politica debba essere il bene della città e dei suoi abitanti non sembra smuovere le riflessioni di chi potrebbe farsi carico dei problemi della città e della Regione. Resta la delusione per un’occasione mal gestita e mai davvero colta con serietà, la frustrazione per il vuoto ideale e progettuale di una metropoli che un tempo è stata il motore del Paese e che oggi fatica a ritrovare le sue energie più sane, a volare un po’ più in alto del quotidiano vivacchiare. L’Expo forse resta l’ultimo treno per aggregare su progetti di un certo valore le tante energie inespresse della città, per cercare di guardare con intelligenza e lungimiranza al futuro di Milano. Le responsabilità di come andranno le cose, dall’ inquinamento, alla salute, alla vivibilità di questa nostra città dipendono da tutti noi, dal nostro senso civico e dalla nostra capacità di farci coinvolgere, in una nuova prospettiva partecipativa che veda i cittadini interlocutori attivi, pungolo delle istituzioni e della politica. Solo rimettendoci tutti in gioco potremo cercare di sottrarre il futuro di Milano e della Lombardia alle odierne limitate visioni di una politica senza grandi slanci ideali né prospettive. sharari@hotmail.it

Harari Sergio

(2 agosto 2009) – Corriere della Sera

Annunci

2 pensieri su “Contro lo smog scelte politiche anche impopolari

  1. Pingback: Silurato Edoardo Croci, assessore all’ambiente del Comune di Milano « Briciole caotiche

  2. Pingback: Blocco del traffico e boicottaggi « Die Enttäuschung

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...