Mi hanno accontentato: domenica blocco del traffico anche a Lodi

Ieri auspicavo che il blocco del traffico di domenica prossima fosse attuato anche a Lodi.
Mi hanno accontentato! 😉
Domenica 31 gennaio blocco totale dalle 10 alle 18. Per i dettagli incollo sotto l’articolo de Il Cittadino di oggi (incollo sotto anche quello de Il Giorno, lo si può leggere anche qui).
E come giustamente ricorda Dario Tansini di Legambiente, la Provincia dovrebbe coordinare i Comuni lodigiani perché …si adottano dei criteri omogenei. Non ha senso chiudere le città al traffico se poi si aprono i centri commerciali.
Aspettiamo fiduciosi! Magari qualcosa di un po’ più strutturale rispetto al «bagnare le strade per impedire alle polveri di salire verso l’alto» proposto dall’assessore provnciale ai trasporti Nancy Capezzera.

Da Il Giorno
2010-01-29
Pm10 alle stelle, blocco del traffico
DOMENICA A LODI scatta il blocco del traffico, dalle 10 alle 18, per tutti i veicoli (inclusi gli “euro 5”) a eccezione di quelli a gpl e metano, ibridi e a emissioni zero. La decisione è stata presa dal Comune «in considerazione della situazione dell’inquinamento atmosferico, che a gennaio ha fatto registrare un elevato numero di superamenti della soglia di attenzione del Pm10: 18 episodi, di cui 15 negli ultimi 16 giorni, alla centralina di viale Vignati; 14 in quella di via Vittime della Violenza», si legge nella nota diffusa da palazzo Broletto. «Con questa scelta, adottata da città come Milano e Bergamo — spiega l’assessore all’Ambiente Simone Uggetti — applichiamo l’unico strumento che un Comune ha a disposizione per affrontare l’emergenza, nonostante i lunghi silenzi della Regione che oggi (ieri per chi legge, ndr), nella riunione della “cabina di regia” sull’inquinamento, non è stata in grado di fornire indicazioni agli enti, lasciando Comuni e Province senza punti di riferimento». Uggetti va all’attacco: «Sottolineo l’atteggiamento deludente dell’assessore regionale Ponzoni, che in una situazione in cui era necessario garantire un forte coordinamento si è chiamato fuori, vanificando anni di lavoro per dare alla Lombardia una parvenza di sistema organizzato per affrontare l’inquinamento».

«SAPPIAMO CHE il grave fenomeno non si può risolvere con iniziative sporadiche e che i cambiamenti efficaci sono solo strutturali – sottolinea il sindaco Lorenzo Guerini –. Su quest’ultimo fronte molti Comuni stanno facendo la loro parte, e quello di Lodi si è distinto. Ma quando si configura un’emergenza ambientale e sanitaria, queste azioni non danno immediato beneficio. Ai Comuni restano solo due vie — prosegue il sindaco —: una è sperare in pioggia o vento; l’altra è bloccare il traffico, una misura che comporta disagi, che non risolve il problema ma che è l’unica che può intervenire nell’immediato». Escluse dal blocco via Massena, via Defendente, via D’Azeglio, via Grandi, piazzale degli Sport e verrà potenziato il servizio di trasporto pubblico urbano. All’incontro in Regione, dove dovevano essere rappresentate anche le Province, mancava però quella di Lodi. Nonostante la convocazione arrivata via e-mail. La decisione del Comune arriva lo stesso giorno dell’appello lanciato da Michele Merola (Associazione Adelante!), che invoca il blocco spiegando che «il 66% delle emissioni di Pm10 derivano dal traffico». Bruno Milani, segretario dell’Unione del Commercio, spiega: «Siamo stati informati e capiamo le ragioni dell’Amministrazione. Ma è chiaro che, in un momento non facile per il nostro settore, in una gioranta importante come la domenica, il blocco è una cosa che ci crea problemi. Chiediamo il potenziamento dei trasporti e le due ulteriori navette previste nella Notte Bianca». R.Lo.

Da Il Cittadino
Escluse dal divieto le vie di collegamento ai parcheggi di cintura: verrà potenziato il servizio di trasporto pubblico
Smog alle stelle, Lodi blocca il traffico
Domenica automobili ferme nel capoluogo dalle 10 fino alle 18

Ieri l’aria era di nuovo irrespirabile. Così il comune di Lodi ha deciso il blocco del traffico. Domenica le macchine nel capoluogo resteranno ferme. Oggi ci sarà l’ordinanza del sindaco. Stessa decisione per Milano e Bergamo. A Codogno, invece, altra città soffocata dalle polveri sottili, le macchine circoleranno liberamente. «I provvedimenti di blocco – dice il primo cittadino Emanuele Dossena – vanno presi a livello provinciale, non si possono lasciare i sindaci allo sbaraglio». Per Lodi, la decisione è arrivata ieri, dopo la partecipazione alla cabina di regia, al Pirellone, alla quale palazzo San Cristoforo era assente. A gennaio, nel capoluogo, i superamenti della soglia di attenzione del Pm10, misurati in viale Vignati, sono stati 18, di cui 15 negli ultimi 16 giorni. Sono stati 14, invece, i superi contati dalla centralina di via vittime della violenza. «Con questa scelta, adottata anche da altre città come Milano e Bergamo – spiega l’assessore all’ambiente Simone Uggetti – applichiamo l’unico strumento che un comune ha a disposizione per affrontare una situazione di emergenza, nonostante i lunghi silenzi e l’assoluta mancanza di iniziativa da parte della regione che, anche oggi, nella riunione della “cabina di regia” sull’inquinamento, non è stata in grado di fornire nessuna indicazione agli enti locali, lasciando comuni e province senza punti di riferimento. In particolare, sottolineo l’atteggiamento davvero deludente dell’assessore regionale Ponzoni, che in una situazione in cui più che mai era necessario garantire un forte coordinamento si è in pratica chiamato fuori, vanificando anni di lavoro per dare alla Lombardia almeno una parvenza di sistema organizzato».Il sindaco Lorenzo Guerini è consapevole del fatto che i provvedimenti d’urgenza sono altra cosa rispetto a quelli strutturali: «In questo momento di emergenza l’unico strumento a disposizione è il blocco del traffico – dice -. Abbiamo lavorato molto però sul fronte strutturale con numerose iniziative concrete: dall’adozione di un regolamento edilizio fortemente innovativo quanto a criteri di risparmio energetico, agli investimenti sulle fonti rinnovabili (siamo infatti il secondo capoluogo in Italia per superficie di solare termico su edifici pubblici), dalla realizzazione di una rete di teleriscaldamento, alla riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica».Il divieto di circolazione durerà dalle 10 alle 18 e riguarderà tutti i tipi di veicoli ad esclusione di quelli alimentati a Gpl e metano, ibridi e ad emissioni zero. Dall’area urbana preclusa al transito saranno escluse le direttrici di collegamento ai principali parcheggi (via Massena, via Defendente, via D’Azeglio, via Grandi, piazzale degli Sport); inoltre, verrà potenziato il servizio di trasporto pubblico urbano.
Cristina Vercellone

Annunci

5 pensieri su “Mi hanno accontentato: domenica blocco del traffico anche a Lodi

  1. Pingback: SmogoSfera at freelabs @ sbarrax.it

  2. Pingback: Lodi, che regalo: neve, sole e nessuna auto! « Briciole caotiche

  3. Pingback: SmogoSfera /2 at freelabs @ sbarrax.it

  4. Pingback: Domenica prossima tutti a piedi « Briciole caotiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...