Capire il mondo che cambia…

Tunisia, Egitto, Albania…e persino Yemen.
Mentre noi stiamo qui a trasturllarci con case a Montecarlo e bunga bunga…il mondo intorno a noi cambia. Sono giornate storiche, qualcosa come quanto è caduto il muro di Berlino e si sono dissolti i regimi comunisti.
E allora forse vale la pena aprire le finestre e allungare lo sguardo oltre i nostri piccoli orticelli per cercare di capire cosa sta accadendo. Che magari è anche più interessante (come scrive qui Francesco Costa).
Questo post è per orientarsi, e allo stesso per perdersi, tra i link dal Medioriente e dai Balcani.
Per chi vuole davvero perdersi nel web, il sito da qui partire è naturalmente Global Voices che linka e traduce anche in italiano blog da tutto il mondo; per dire, video dall’Egitto, oppure la storia di Slim Amamou, blogger attivista e collaboratore di Global Voices, diventato, dopo le proteste, Ministro della Gioventù e dello Sport in Tunisia; e anche notizie dallo Yemen.
Partiamo dall’Egitto dove la protesta e gli scontri sono in pieno svolgimenti: un’articolata spiegazione sulla situazione su Il Post, che segue la vicenda giorno per giorno (oggi per dire liveblogging della marcia del milione di egiziani); Limes, la rivista di geopolitica con un ricco dossier; ma anche blog meno famosi, come quello di Lia, che racconta quotidianamente (questo il post di ieri) l‘evoluzione della situazione con molte testimonianze dirette e link.
Sulla Tunisia il blog di Alaska (la trasmissione di Radio Popolare) con diversi link a siti di blogger locali (ha fatto un post anche sull’Egitto).
Sull’Albania naturalmente l’Osservatorio su Balcani e Caucaso con uno speciale, si può partire da qua.
Sullo Yemen il Corriere della sera.
E poi, in generale sull’area mediorientale, naturalmente la tv Al Jazeera English, che in Egitto provano a chiudere arrestando anche i giornalisti, ma che comunque sta garantendo una copertura totale agli eventi di questi giorni. Al Jazeera da noi si vede su sky o con la parabola, ma anche in streaming sul suo sito web. In questi giorni è davvero imperdibile!
Ps: sul ruolo, o meglio il non ruolo, che l’Italia sta giocando in questi giorni segnalo un fondo di Lucio Caracciolo su Repubblica di oggi e ancora un vignetta esilarante e sconsolante di Makkox su Il Post e Mantellini, anche lui sarcastico.
Anche la vignetta qui sotto è di Makkox.

3 pensieri su “Capire il mondo che cambia…

  1. Pingback: A fianco del popolo libico « Briciole caotiche

  2. Pingback: La Siria raccontata da Lorenzo Cremonesi « Briciole caotiche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...