Rapallo, stazione ferroviaria in un sabato di luglio

Rapallo: stazione dei treni, SABATO di LUGLIO ore 11 circa.
Un solo sportello (su 2) aperto per fare i biglietti, 25/30 persone in coda di cui metà sotto il sole perché la coda è talmente lunga che esce dalla stazione. La macchinetta automatica non c’è più!
Dopo un po’, dietro l’altro sportello, vedo un altro bigliettaio, gli chiedo (forse non proprio sorridendo) se può aprire anche lui, vista la coda e che abbiamo un treno fra 10 minuti.
Mi dice: “Apro fra 5 minuti! Entro in turno fra 5 minuti. Prima non sono pagato.” Sono sbalordito ma rassegnato.
Gli chiedo: “e la macchinetta automatica?”. Risponde: “i vandali” (in effetti ho verificato in internet: l’emettitrice self service di biglietti è stata scassinata…ma il 7 marzo: sono passati più di 4 mesi!).

Torno in fila sconsolato.
Dopo 5 minuti apre e naturalmente la coda procede più rapida.
Arrivo proprio al suo sportello, mi accoglie dicendomi: “ha visto che ce l’ha fatta!”. È gentile e premuroso, davvero. Mancano 3 minuti al treno.
Mentre mi fa il biglietto, l’addetta dello sportello a fianco espone un cartello “CHIUSO”.
La guardo allibita. Mi risponde: “dobbiamo fare a turno”. È rassegnata anche lei. Capisco che si rendono conto del pessimo servizio ma sono impotenti.

Alla fine sono riuscito a prendere il treno. Gentilmente 2 persone mi avevano fatto passare avanti in coda. Se fossi salito sul treno senza biglietto, avrei pagato un sovrapprezzo di 50€.
Penso alla stazione di Antibes in Francia dove siamo stati la scorsa estate (e di cui avevo scritto qui). E penso all’abisso di servizi e qualità, non solo per i treni.
E il turismo dovrebbe essere la principale risorse di questo Paese. La metà delle persone in coda erano turisti. Io non tornerei.

Ps: magari qualcuno potrebbe pensare che sia stato un caso sfortunato. L’altro giovedì a Lodi ore 19 cerco di fare un biglietto, anche lì un solo sportello aperto (su 2) coda chilometrica perché oltre ai soliti viaggiatori ci sono quelli che devono prenotare i treni per le vacanze. La biglietteria chiude alle 20. Io alla fine ce la faccio, uno degli ultimi. Ma molti non riusciranno ad arrivare in tempo perché alle 20 la chiusura è improrogabile. Il signore prima di me nel frattempo ha perso l’ultimo treno utile, ripartirà il giorno dopo di mattina alle 5.45. Era arrivato con un’ora di anticipo sul treno che aveva in programma di prendere! Anche in questo caso l’addetta alla biglietteria si dava un gran da fare ed era gentile. É evidente che è il sistema ad essere allo sfascio! Tra l’altro la biglietteria a Lodi è totalmente chiusa la domenica ormai da più di 2 anni.

Update: sono andato in bagno sul treno per far pipì. La porta non si chiude a chiave. Sul più bello entriamo in galleria: buio totale, la luce del bagno non va.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...