Degrado sui treni: risarciti i pendolari

La foto a corredo di questo post l’ho scattata ieri sul treno di ritorno da Milano, sulla prima carrozza in cui sono salito: non ho faticato molto a trovare sedili in condizioni pietose!
A conferma delle motivazioni che hanno portato una pendolare di San Zenone al Lambro (sulla nostra linea Milano – Lodi) a vincere una causa contro Trenitaliaper soppressioni, sporcizia e sovraffollamento dei convogli. Il giudice di pace le ha dato ragione. Trenitalia dovrà restituire i soldi degli abbonamenti per il periodo incriminato (un anno, 500 euro) e risarcirla dei danni morali: le condizioni di viaggio erano «gravemente umilianti»”.
Ne scrive Il Corriere della sera di ieri: una sentenza che potrebbe dare il là a class action di pendolari contro Trenitalia (o Trenord come si chiamano adesso!): quotidiani scenari, peraltro ripresi dal giudice nelle motivazioni della sentenza: «Treni in ritardo di almeno 10-15 minuti come norma, salvo ritardi maggiori; sedili sporchi al punto di non potersi più sedere; malfunzionamento di apparecchiature interne e, in alcuni casi, soppressione di alcuni treni che non veniva neppure annunciata…». Il tutto, naturalmente, con la viaggiatrice che «ha comunque goduto del trasporto ferroviario, seppure inadeguato rispetto agli standard di qualità».
E ancora:il giudice di pace Roberta Rosabianca Succi ha scritto che «deve escludersi che il suo obbligo si esaurisca nel trasporto dell’utente a destinazione, a prescindere dalle modalità esecutive di tale trasporto»”.
E ricordo che il presso dei biglietti dei treni quest’anno in Lombardia è aumentato del 20% in conseguenza dei tagli al trasporto pubblico della Finanziaria 2010. E ulteriori tagli (fino al 77%) sono previsti dal Governo nella finanziaria in discussione in questi giorni, tanto che se ne lamenta persino Formigoni!
Update: il Cittadino intervista la pendolare di San Zenone (qui l’articolo) che è anche tra le promotrice del comitato pendolari di San Zenone.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...