Una storia impossibile nella politica italiana

Non sono esterofilo, ma ve lo immaginate in Italia un aspirante candidato a cui viene chiestoChe azioni promuoveresti – è stata una delle cose che mi sono state chieste – per prevenire incidenti stradali in una strada della zona particolarmente pericolosa e come proveresti a coinvolgere la popolazione nella vita di un consigliere?.
Grazie a Il Post, ho letto questa storia che racconta di come vengono selezionati i candidati nel Labour inglese.
È la storia di
Lazzaro Pietragnoli, un italiano che vive in UK e racconta, su il quotidiano Europa, il suo percorso di aspirante candidato e di come è stato selezionato.
È una storia di curriculum, militanza, commissione per le candidature, competenze, votazioni, esami, lotte per evitare la chiusura della locale biblioteca…
Nei vari commenti, qualcuno ha fatto notare che lì solo gli iscritti scelgono i candidati. Ma per me il punto non è quello, fossero così i partiti anche da noi forse le primarie non servirebbero.
Scrive ancoraCon grande sorpresa dei miei amici italiani, il non essere britannico non ha invece avuto alcuna influenza negativa sulla mia candidatura. Anzi, il Labour party è attivamente impegnato nel coinvolgimento politico ed elettorale di tutte le diverse espressioni di una comunità sempre più diversificata sul piano delle identità nazionali, religiose, etniche e culturali (soprattutto in una metropoli globale come Londra).
P.S.: sui candidati del Labour avevo già scritto questo post, sottolineando un’altra piccola differenza con l’Italia.

5 pensieri su “Una storia impossibile nella politica italiana

  1. Sai che non l’ho capita…sai noi qui provinciali il massimo del dibattito è sulle nutrie…

  2. Che l’inglese di Miliband non e’ perfetto, si sente che in casa parlava un’altra lingua: immaginati un politico italiano con un lieve accento straniero, una specie di Mike Bongiorno…

  3. Non avevo capito, perché non conoscevo la sua biografia e quella della sua famiglia di origine polacca. Allora, ecco un’altra differenza con la politica italiana…tipo Obama.

  4. Pingback: Riassumendo…e buone vacanze! « Briciole caotiche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...