Complimenti a Simone, che sia una vittoria per il cambiamento

560px-Lodi_stemma_pal_BrolettoAvere coraggio, superare la logica dell’appartenenza, scegliere per merito, competenza e capacità, far partecipare la città. Questo vorrei che facesse la nuova amministrazione e il nuovo sindaco, mentre leggo sulla stampa locale che già tutti si intestano la vittoria di Simone Uggetti che invece, secondo me, resta tutta sua. Sono già diventanti tutti Uggettiani, anche chi ne ha sempre parlato male (spesso alle spalle). Ma si sa che il salto sul carro del vincitore è lo sport più praticato qui da noi.
Sempre dalla stampa locale si legge che è necessario dare un profilo moderato alla Giunta per compensare la composizione del nuovo Consiglio comunale spostato più a sinistra del precedente. Ma se i cittadini hanno premiato due liste a sinistra del PD invece che quelle “moderate” (che poi cosa vorrà mai dire moderati??) e anche nel PD sono stati votati candidati più di sinistra, cosa vogliamo farci? Lo ricordava anche Francesco Cancellato su La Tribuna di Lodi, prima del ballottaggio.
È il primo sindaco di sinistra da quando c’è l’elezione diretta del sindaco. Il primo che viene dalle Feste dell’Unità e non a caso è lì che ha festeggiato la sua vittoria.
Cosa vuol dire cambiamento? Cito solo 3 vecchi esempi, vecchie battaglie care a questo blog su cui mi aspetterei scelte diverse: il silenzio assoluto e assordante delle vecchie Giunte sulla vicenda di Fiorani, le nomine nei Consigli d’Amministrazione delle società partecipate troppo spesso fatte solo con criteri partitocratici e di compensazione, il PGT vigente che io considero con troppe aree di espansione e che comunque ha deciso il futuro della nostra città senza alcun coinvolgimento della città stessa.
Allora i primi segni di rinnovamento potrebbero essere una giunta scelta non con il bilancino e il manuale Cencelli, ma appunto per merito e competenze, e un nuovo Presidente del Consiglio comunale che risponda alla domanda di cambiamento e che rappresenti meglio il valore anche morale che quella figura può ricoprire.
Naturalmente chi vince non ha bisogno di consigli, chi vince ha sempre ragione, ma spero si vogliano cogliere questi suggerimenti del tutto disinteressati da parte di chi ama Lodi, ama la politica e in fondo ha condiviso venti anni di battaglie con il nuovo Sindaco, seppure più di una volta su posizioni diverse.
Lodi ha un’opportunità per cambiare, spero non vada sprecata.
PS: siccome pare che anche l’ovvio vada spiegato, e giustificato, e siccome ho scelto ancora una volta di non avere a che fare con logiche che spesso sono l’opposto di quelle che auspico, uso le parole di Lorenzo Guerini che spiegava così perché non ha votato Franco Marini come Presidente della Repubblica:Ho ritenuto da subito la proposta di Marini per il Quirinale una scelta sbagliata. Con tutto il rispetto per la storia dell’ex presidente del Senato, ritengo che fosse una proposta poco in linea con il momento straordinario che stiamo vivendo, poco capace di dare anche un messaggio nuovo al Paese. Semplicemente mi chiedo perché questi criteri di rinnovamento, cambiamento (rottamazione, direbbe qualcuno) vengono applicati solo a Roma e non qui da noi? Detta in altri termini, si può essere con Renzi a Roma, andarci a braccetto quando viene a Lodi e poi alla prima vera occasione non fare nulla per cambiare davvero? Altrimenti anche il cambiamento, la rottamazione diventano semplici slogan elettorali. Criteri da applicare quando riguardano scelte lontano da noi, ma mai quando riguardano il nostro territorio?
Update: cose molto sagge e assolutamente condivisibili le scrive ancora una volta Francesco Cancellato su La Tribuna di Lodi. Con riflessioni che vanno oltre al nome del Presidente uscente del Consiglio comunale (e probabilmente riconfermato) e che riguardano il ruolo stesso, troppo spesso sacrificato, del Consiglio comunale.

Un pensiero su “Complimenti a Simone, che sia una vittoria per il cambiamento

  1. Pingback: Il trasformismo in salsa Lodigiana | Briciole caotiche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...